Friuli con i bambini: attività, itinerario e consigli pratici

by Silvana Santo - Una mamma green
vacanza in friuli con i bambini

Perché organizzare una vacanza in Friuli con i bambini? Spoiler: perché il Friuli Venezia Giulia è una regione estremamente varia, che offre una miriade di opportunità diverse in una manciata di chilometri.

Perché andare in Friuli con i bambini

In Friuli Venezia Giulia puoi fare snorkeling immerso nella fauna ittica mediterranea il lunedì e, per esempio, costruire un pupazzo di neve su un ghiacciaio (in piena estate) il martedì. In Friuli Venezia Giulia ci sono castelli, palazzi, musei, chiese e monumenti di rara bellezza. Ci sono borghi – sul mare, tra i monti o nel mezzo della pianura – che sono piccoli gioielli (sopravvissuti mirabilmente a terremoti, guerre e altre sciagure). Ci sono testimonianze preziose e ricchissime del passato, incluso quello dell’antica Roma, della Serenissima e, ovviamente, dell’impero Austroungarico.

In Friuli Venezia Giulia ho trascorso due settimane di vacanza con la mia famiglia, vivendo un sacco di esperienze memorabili assieme ai miei figli. Ed è proprio da qui che parto per raccontarvi quelle che secondo me sono le migliori attività da organizzare in Friuli con i bambini!

Friuli con i bambini: 10 esperienze da non perdere

1. Immaginario Scientifico, al porto vecchio di Trieste: un piccolo ma divertente museo delle scienze con esperimenti e attività, carino in particolare per i bambini che frequentano la scuola primaria. Noi ci siamo andati durante un tipico temporale estivo, e si è rivelato un diversivo ottimo!
Necessaria la prenotazione online (ne esiste una sede anche a Pordenone).

Info: www.immaginarioscientifico.it

2. Museo della Bora: un posto davvero molto particolare, a metà tra museo, laboratorio e officina. Nato dalla grande passione del proprietario Rino. Lo consiglio di cuore a chi volesse conoscere qualcosa della bora e del vento in generale (anche in questo caso occorre prenotare con un minimo di anticipo, la visita dura circa un’ora ed è perfetta anche per chi viaggia senza bambini al seguito).

Info: museobora.org

3. Una vacanza in Friuli con i bambini non può dirsi tale senza la visita di Aquileia. Per preparare e supportare i bambini nella scoperta di questo piccolo gioiello, vi consiglio di cercare online la “mappa parlante” di radio Magica e di procurarvi la guida gratuita – un opuscolo con fumetti, curiosità e giochi, in uno degli info point di FVG Turismo (li trovate per esempio in aeroporto, a Miramare, al centro di Trieste etc).

4. Orme fossili di dinosauro a Claut, a mio parere molto interessanti anche per gli adulti! Si raggiungono con un brevissimo e facile sentiero dal parcheggio della casera Casavento, ma chi preferisce può, come abbiamo fatto noi, lasciare la macchina più lontano, nelle aree di sosta nei boschi attorno a Claut (dove troverete chiare indicazioni su come raggiungere il sito). Le impronte, che un dinosauro carnivoro ha lasciato circa 250 milioni di anni fa, scorrazzando su quella che era la riva di un caldo mare tropicale, si trovano a valle di una piccola cascata, per cui i bambini potranno anche divertirsi a guadare il torrente, o a bagnarsi i piedi nelle fresche acque di montagna.

friuli con i bambini orme di dinosauro

5. Un’altra chicca da non perdersi se si visita il Friuli con i bambini è il Tree Village, sempre a Claut: oltre a poter dormire in una magica casetta su un albero, senza elettricità né acqua calda (i bagni, pulitissimi e disinfettati di frequente, sono condivisi, come in un campeggio) potrete divertirvi con un sacco di giochi all’aperto, come trampolini, carrucole e altalene, bici utilizzabili gratuitamente e una pozza alpina in cui bagnarsi. Si possono inoltre fare attività a pagamento come trekking fluviale e simili.

6. Le mummie di Venzone, rinvenute nella cripta della Cattedrale (anche se confesso che i miei figli sono scappati per lo spavento!)

7. Parco giochi a Tarvisio con bob su rotaia: non ci sono moltissimi giochi (oltre alla pista di slittino, trovate dei gonfiabili, tappeti elastici, discesa sui canotti e un divertentissimo circuito con bici senza pedali), ma è carino per un paio di ore di divertimento per bambini e ragazzi. Non è economico, ma si risparmia molto – come in tante altre attrazioni – con la FVG card, che tra l’altro è compresa nel prezzo di molti hotel.

Info: www.turismofvg.it/it/85735/bob-su-rotaia-tarvisio

alpe adria friuli con bambini



8. Scuola internazionale di mushing, a Fusine. Questa è stata per noi una delle esperienze più intense durante la nostra vacanza in Friuli con i bambini. Dopo una breve e interessante “lezione”, si esce con un cane da slitta per una lunga passeggiata nel bosco, imparando a condurlo, coccolarlo, ricompensarlo etc (in inverno si va invece in slitta, ovviamente). Oltre che essere uno dei massimi esperti europei di sleddog, il direttore della scuola, Ararad, è una persona davvero peculiare, mezzo sudanese e mezzo armeno, con una vita semplicemente eccezionale alle spalle. I racconti delle sue mirabolanti avventure sono parte integrante dell’esperienza! Con la FVG Card avrete uno sconto sul costo dell’escursione.

Info: www.ararad.net

Friuli con i bambini tree village

9. Museo etnografico di Malborghetto: piccino ma interessante per la parte di paleontologia e preistoria (l’ingresso è gratuito con la FVG Card).

Info: www.turismofvg.it/musei/museo-etnografico-di-malborghetto

10. Sempre a Malborghetto, infine, abbiamo fatto la passeggiata “Animalborghetto”, carina per i bambini: un breve sentiero, in leggera salita, nel bosco, punteggiato di bellissime tavole disegnate da un’artista del posto. Lungo il percorso ci sono anche dei QR Code con informazioni sugli animali che si “incontrano”, anche se confesso di non aver capito benissimo il funzionamento!

Info: www.turismofvg.it/it/99307/animalborghetto

Altre località da non perdere in Friuli

A parte le attività più specifiche che vi ho descritto, in Friuli Venezia Giulia è possibile vivere tantissime esperienze più “classiche” insieme a tutta la famiglia: dai castelli ai sentieri alle piste ciclabili (non perdetevi l’Alpe Adria!) passando ovviamente per le spiagge, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Oltre al famosissimo e imperdibile Castello Miramare a Trieste, io vi segnalo in modo particolare il sentiero Rilke e il castello di Duino, mentre nel tarvisiano non perdetevi, tra le altre cose, i laghi di Fusine, l’orrido dello Slizza e il santuario del Monte Lussari (che in estate, in determinati giorni, si può raggiungere con la cabinovia anche di sera).

museo della bora friuli con i bambini

Escursioni all’estero con base in Friuli

La nostra scelta di trascorrere le vacanze estive in Friuli Venezia Giulia con i bambini è dipesa non solo dall’interesse e dalla curiosità verso questa regione italiana in cui non eravamo mai stati, ma anche per la possibilità di sfruttarla come base per qualche gita in giornata oltre confine. A parte le località slovene sulla costa (Koper, Izola e Pirano, per esempio) o sulla Alpi (Kranjska Gora su tutte), vi segnalo, in Austria, le Kärnten Therme a Villach: piscine calde interne ed esterne, giochi per bambini e Spa nudista per over 16, con varie saune (ottimo l’Aufguss, per chi ama il genere!). Sappiate che quando la temperatura esterna supera i 30 gradi, i bambini pagano solo 1 euro!

Consigli pratici per visitare il Friuli con i bambini

Noi siamo partiti con i nostri figli di 8,5 e quasi 7 anni, in agosto. Abbiamo volato da Napoli a Trieste con la Ryanair, acquistando come sempre il biglietto con diversi mesi di anticipo (seggiolini auto spediti gratuitamente in stiva). Arrivati a Trieste, abbiamo ristorato la nostra auto a noleggio prenotata con Hertz. Abbiamo poi diviso i pernottamenti in questo modo:

  • 6 notti a Duino, presso l’Agriturismo Gradec (è un b&b, di fatto, più che un agriturismo), davvero consigliato: ottima posizione, contesto super, bella piscina, colazione ottima e soprattutto gestori adorabili.
  • 1 notte al Tree Village di Claut, lapalissianamente in una casetta sull’albero
  • 7 notti a Malborghetto (piccola località di montagna a 15 minuti dalla più celebre Tarvisio), presso l’hotel La Baita, un classico albergo medio/piccolo di montagna a gestione familiare, con una bella sala per i bambini con libri e giochi (no animazione).

In conclusione, il Friuli Venezia Giulia si è rivelato la destinazione perfetta per chi come noi ama fare vacanze itineranti, con tante attività e sensazioni diverse, mischiando mare, monti e città e facendo visite o attività ogni giorno. Ottimo cibo, ottimo bere, ottimo clima. E un’accoglienza schietta e autentica dappertutto.

Voi ci siete mai stati? Avete altre dritte da condividere?

You may also like

Lascia un commento