Semplificarsi la vita in famiglia: 10 consigli

by Silvana Santo - Una mamma green
consigli per semplificarsi la vita

Ci manca il tempo, ci mancano le energie, ci manca la serenità. Corriamo come criceti dentro la ruota. Quella di semplificarsi la vita sembra essere diventata un’esigenza vitale per tanti di noi, oppressi da un carico mentale pesantissimo e schiacciati negli ingranaggi mortali del cosiddetto multitasking. Come fare, però, a spezzare la ruota (per dirla alla Daenerys Targaryen prima della deriva psicopatica) e riuscire davvero a semplificarsi la vita in famiglia? Io ci rifletto da tanto, e queste sono le conclusioni che ho tratto, almeno per il momento.

1. Smettere di acquistare cose che non ci servono davvero

Per riuscire a semplificarsi la vita (in famiglia e non solo) il primo requisito necessario, secondo me, è la consapevolezza. Occorre guardarsi in faccia e scrutarsi dentro, col coraggio di dire a se stessi la verità. Per esempio: a meno che non siamo dei fotografi di professione, o dei grandi appassionati, la nostra esistenza quotidiana ha davvero bisogno di una macchina fotografica reflex, di una subacquea e di un’action cam, oltre naturalmente alla fotocamera del nostro cellulare? Il tutto corredato da custodie, treppiedi, accessori per la pulizia e ammennicoli vari. La qualità della nostra vita può essere in qualche modo migliorata dall’ennesima copertina da divano “con le maniche”, da un nuovo cuscino a forma di unicorno, da una lampada a Led con la scritta “Home”? E a meno che non puntiamo con decisione a diventare il prossimo Masterchef italiano, ci servono davvero quattro saccapoche, due vaporiere in bambù, cinque spatole in silicone e un set di coltelli da sushi? Nei pensili della mia minuscola cucina languono da anni un kit da fonduta, una crepiera e uno shaker da cocktail che avrò utilizzato forse tre volte volte in quasi un decennio: tutta roba inutile, che occupa spazio, necessita spesso di pulizia o manutenzione e “affolla” inutilmente la nostra esistenza (anzi: se vi servono ditemelo, ché ve li regalo volentieri). Per semplificarsi la vita, invece, si dovrebbe evitare di circondarci di oggetti superflui, ridondanti o palesemente inutili.

2. Usare meno detersivi e detergenti

Il detersivo per i capi bianchi, quello per i colori vivaci, quello per il nero. Quello per i delicati, quello specifico per lana e seta, quello per il bucato dei bambini. E poi ammorbidenti, igienizzanti, sbiancanti, smacchiatori, acchiappacolori, acchiappapelucchi, acchiappapuzze. Una complicazione immensa, che comporta peraltro un grave inquinamento, una super produzione di rifiuti e un considerevole investimento economico. Forse, però, non abbiamo bisogno di tanti orpelli, e possiamo semplificarci la vita usando un solo detergente ecologico per il bucato tradizionale e un prodotto ad hoc, magari solido, per lana e delicati. La morbidezza, il profumo, il bianco “splendente”, sono caratteristiche illusorie conferite dai prodotti chimici. Bisogni indotti dalla mentalità consumistica in cui, nostro malgrado, siamo cresciuti.

3. Semplificarsi la vita cominciando dal guardaroba

Avete mai pensato al tempo e alle risorse che sprechiamo nel gestire vestiti, scarpe e accessori che non utilizziamo da anni? Alla fatica investita nel cambio di stagione, nel lavare e conservare roba che, se va bene, indosseremo una volta o due in sei mesi. Al tempo perso nel provare e riprovare, per poi gettarli di nuovo nell’armadio, capi che in realtà non ci stanno bene, non ci piacciono, non ci rappresentano. Quanto si potrebbe semplificarsi la vita accettando l’idea di avere un guardaroba essenziale e basico? La sfida è significativa, ma sono convinta che possiamo vincerla, rivoluzionando la nostra mentalità: abbiamo davvero bisogno di tre borse dello stesso colore (una grande, una piccola, una da sera)? Ci servono davvero due paia di stivali neri, oppure tre jeans aderenti in altrettante sfumature di blu? Ci rendono più felici, o ci complicano la vita? La chiave, e l’obiettivo al quale sto faticosamente puntando da qualche anno, è un guardaroba minimal, costituito da pochi capi di qualità che si abbinino bene tra loro. Ovviamente scelti con attenzione sulla base dei propri gusti e della propria personalità.

come semplificarsi la vita in famiglia

4. Passare al digitale

Molti, qui, storceranno il naso. So bene che, per i puristi del “profumo della carta” e i cultori della retorica del vinile, quella che sto per scrivere è una vera e propria eresia. Eppure il passaggio al digitale consente di semplificarsi la vita in famiglia in modo notevole: ebook, mp3 e audiolibri non occupano spazio, possono essere archiviati, consultati e ricercati in pochi secondi, possono essere utilizzati con estrema facilità anche di notte, fuori casa e in viaggio e permettono, nel caso dei libri, di fare annotazioni rapide (e immediatamente ricercabili), consultare un dizionario, effettuare eventuali traduzioni nel giro di un attimo. Pensateci. Io sono invece molto in difficoltà nella definitiva digitalizzazione delle foto, perché, anche se ho la libreria invasa di album, non riesco a smettere di stampare. Spero di riuscire progressivamente a ridurre la quantità di stampe fotografiche, e semplificare ulteriormente la mia vita.

5. Smettere di stirare

Un mio vecchio cavallo di battaglia, che ogni volta scatena curiosità, scetticismo e qualche critica (ma anche tanta solidarietà). Smettere di stirare non permette solo di semplificarsi la vita in famiglia, ma rappresenta una vera e propria liberazione: ore e ore risparmiate, energia salvata, indumenti che durano più a lungo. Capisco che sia anche questo un bel cambio di mentalità, ma vi assicuro che si vive alla grande anche indossando vestiti un po’ più stropicciati. Magari si può procedere per gradi, limitandosi a stirare solo le camicie, per esempio.

6. Organizzare un menù settimanale

Parla una che in cucina è una mezza sega, nel senso che so fare solo alcune cose e davvero molto semplici, sposata a uno che è una sega completa, nel senso che non va oltre la frittata e la pasta all’olio. L’unico sistema che ci permette di non impazzire tra lavoro, figli e impegni vari è un menù settimanale estremamente basico (estremamente, eh. Tipo: lunedì pollo, martedì pesce, mercoledì pizza etc) che consente di organizzare la dispensa e il congelatore e non trovarsi in difficoltà al momento della cena. Allo stesso modo preparo i pranzi di Davide, che da quando ha cominciato la scuola primaria pranza ogni giorno a casa: scongelo ogni mattina la porzione che mi serve (di solito sughi per condire pasta o riso) e sono a posto. Un tassello fondamentale, secondo me, per semplificarsi la vita in famiglia.

10 idee per semplificarsi la vita

7. Uscire dai gruppi Facebook e dalle chat di WhatsApp

So che suona contraddittorio, detto da una che sul web e sui social ci lavora. Ma quanto tempo perdiamo ogni giorno a scorrere messaggi che nulla apportano alla nostra vita? E quante polemiche, quanti malumori, quanti confronti irrealistici e dispiaceri potremmo evitare, se limitassimo i gruppi e le chat in cui siamo invischiati?

8. Utilizzare meno cosmetici

A volte mi capita di leggere post a articoli sulla “beauty routine” quotidiana che mi sembrano più complicati della procedura di decollo di uno shuttle spaziale. Detergenti, acque termali, tonici, sieri, esfolianti, diciotto creme per ogni singola parte del corpo, dalle labbra ai talloni. Per non parlare dei prodotti per il make-up, che acquistiamo a volte in modo compulsivo e ridondante per utilizzarli magari pochissimo e lasciarli scadere nel nostro beauty case. Per semplificarsi la vita, invece, si potrebbe puntare su pochi prodotti di qualità – una crema per viso e contorno occhi, una per mani e piedi, un balsamo labbra, un detergente per il viso, uno per il corpo e un olio idratante – e, una volta individuati quelli che fanno al caso nostro, procedere con quelli. E per quanto riguarda i trucchi: abbiamo davvero bisogno di sette nuance di rossetto rosso, o non sarebbe forse più semplice individuarne due o tre che ci stanno bene e che possiamo utilizzare nelle varie situazioni quotidiane?

9. Lavorare di meno

Imparare a dosare le forze, a dire dei no, a rendere il lavoro uno strumento utile alla nostra vita e non il suo fine ultimo, secondo me può contribuire molto a semplificarsi la vita. Riprendiamoci un po’ di tempo per la famiglia, per le relazioni, per la cultura. Ricordando sempre che noi non siamo il lavoro che facciamo, e che il nostro valore intrinseco non dipende dal nostro successo professionale.

10. Smettere di collezionare oggetti

Ninnoli, soprammobili, souvenir e chi più ne ha più ne metta. Spesso le nostre case (e le nostre vite) sono ingombre di roba fondamentalmente inutile che occupa spazio e accumula polvere. Che va periodicamente pulita, spostata e risistemata. Una fatica evitabile, uno spreco di tempo e risorse che forse varrebbe la pena evitare per semplificarsi la vita. Io, per esempio, ho un grosso problema con le calamite da frigo (che però, se non altro, non richiedono manutenzione) e soprattutto con gli oggetti legati al passato: lettere, diari, cimeli di viaggio. Dovrei forse dirmi che i ricordi non si annidano dentro gli oggetti, ma vivono liberi dentro il nostro cuore. Senza complicarci ulteriormente la vita.

You may also like

4 Commenti

Mamma Avvocato 14 Ottobre 2019 - 11:17

Consigli saggi! Passare al digitale e organizzare menu’ settimanali, però, non è nelle mie corde. Devo lavorarci ancora molto!

Reply
Sabrina F. 28 Ottobre 2019 - 18:57

Li trovo molto utili. Usare meno detersivi e detergenti in effetti è qualcosa che metto in pratica da un po’

Reply
Ridurre la plastica in casa: 10 consigli facili - Una mamma green 12 Novembre 2019 - 13:24

[…] e con un occhio sempre attento alla sostenibilità economica e alla praticità quotidiana e alla semplicità delle varie soluzioni, ecco dunque i miei 10 consigli facili per ridurre la plastica in […]

Reply
I bambini hanno troppi giocattoli? - Una mamma green 18 Novembre 2019 - 13:28

[…] complessiva della nostra casa e della nostra vita, per andare nella direzione di una maggiore semplicità e sostenibilità ambientale (ed economica). Oltre a rivedere le nostre abitudini quotidiane di spesa, alimentazione, cura del […]

Reply

Lascia un commento